Ma per davvero l’ufficio è morto?