Mantovani: “Test sierologici non danno patente di immunità”

Mantovani: “Test sierologici non danno patente di immunità”

Mantovani: “Test sierologici non danno patente di immunità”

Mantovani: “Test anticorpi non danno patente di immunità”

SANITÀ Pubblicato il: 11/05/2020 16:51 I test sierologici per la ricerca degli anticorpi per Sars-CoV-2 “ci possono accompagnare in questa fase, ma va detto chiaramente cosa non sono. Il primo messaggio deve essere che i test sierologici, anche quelli validati, non danno nessuna patente di immunità. Noi siamo ancora ignoranti su questo virus.

Test sierologici, il no dei laboratori analisi: “Così non copriamo neanche le spese”

Test sierologici, il no dei laboratori analisi: “Così non copriamo neanche le spese”

Test sierologici, il no dei laboratori analisi: “Così non copriamo neanche le spese”

“È impossibile eseguire i test a queste condizioni. Con queste cifre non si coprono i costi dei reagenti ai quali vanno aggiunti quelli per mettere in sicurezza lavoratori e pazienti: dalle mascherine ai disinfettanti, ai camici usa e getta. Non si comprende poi in base a quale regola si imponga un prezzo alle attività private.

Bergamo: al via le prenotazioni in Habilita per i test sierologici: ”Ecco tutte le informazioni”

Bergamo: al via le prenotazioni in Habilita per i test sierologici: ”Ecco tutte le informazioni”

Al via le prenotazioni in Habilita per i test sierologici: ”Ecco tutte le informazioni” – Bergamo News

Da mercoledì 6 maggio in Habilita è possibile prenotare i test per la ricerca di anticorpi igg da Covid-19. I test verranno effettuati nel Laboratorio di Analisi Mediche di Bonate sotto. Abbiamo chiesto alla responsabile del laboratorio, la dottoressa Alessandra Contardi, quanto sia affidabile questo test.

Dal 21 aprile 20mila test sierologici al giorno

Dal 21 aprile 20mila test sierologici al giorno

”Dal 21 aprile 20mila test sierologici al giorno: prima sanitari e bergamaschi” – Bergamo News

“Saranno effettuati 20.000 test sierologici al giorno per il Coronavirus, dal 21 aprile, cominciando dagli operatori sanitari e socio sanitari della Lombardia e dai cittadini che devono tornare al lavoro con particolare riferimento alle province di Bergamo, Brescia, Cremona e Lodi”. Lo comunica, in una Nota, Regione Lombardia.