Questa crisi ci insegna che le nostre priorità erano sbagliate