Ecco come il nuovo coronavirus può raggiungere anche il cervello