Turismo alpino e Covid: la montagna è pronta a convivere con virus?