Prof e scienziati scrivono a Mattarella e Conte: servono misure drastiche