Il coronavirus non ha fermato la guerra: bambini in trappola tra bombe e pandemia, nell’indifferenza globale