Un fumetto per dire ‘no’ alle previsioni sullo sviluppo della pandemia