Lo studio: “Covid 19 resta nelle feci del 73% dei guariti”