David Quammen: “Il virus siamo noi, nessuno si senta offeso”