L’eredità del Covid19 tra commercio internazionale e autarchia