Durante il coronavirus, negli USA le vendite di “carne” vegetale sono aumentate come mai prima