Giovanna Botteri: “In Cina, in Corea e in Giappone c’è il tracciamento sistematico degli asintomatici”