La rabbia di Boccia: gli assembramenti sono uno schiaffo a chi non c’è più