Goccioline di coronavirus vive e infettive isolate nell’aria: la prova in un nuovo studio

Goccioline di coronavirus vive e infettive isolate nell’aria: la prova in un nuovo studio

In molti sono ancora piuttosto scettici sul fatto che il coronavirus possa diffondersi anche per via aerea e solo di recente anche l ‘Organizzazione mondiale della sanità , su input di un gruppo di scienziati, ha ammesso questa possibilità di contagio: non solo tosse e starnuti ma anche goccioline più piccole che fluttuano nell’aria prima di evaporare, emesse mentre si parla o si respira possono essere veicolo di contagio.

By Miki