L’epoca della moneta verde

Nell’estate della crisi, l’Italia delle vacanze può ripartire dagli Alberghi diffusi

Nell’estate della crisi, l’Italia delle vacanze può ripartire dagli Alberghi diffusi

Nell’estate della crisi, l’Italia delle vacanze può ripartire dagli Alberghi diffusi

Successiva > L’albergo diffuso Crispolti è a Labro, Rieti / foto Albergo diffuso Crispolti Passione Italia. A fronte del forte momento di difficoltà che il Paese sta attraversando e per ricordarci tutti insieme che possiamo essere uniti anche a distanza, il Touring ha lanciato Passione Italia, una campagna per promuovere il territorio italiano e le sue bellezze.

Cristoforo Pomara: fateci fare le autopsie

Cristoforo Pomara: fateci fare le autopsie

I MEDICI CONTRO LA CIRCOLARE DEL MINISTERO: FATECI FARE LE AUTOPSIE – Cristoforo Pomara #Byoblu24

Una circolare del ministero della Salute, diffusa dall’inizio dell’emergenza, sconsiglia tuttora ai medici di effettuare esami post mortem. Il professore di medicina legale all’università di Catania, Cristoforo Pomara non ci sta e su #Byoblu24 racconta come si sta muovendo insieme ad un gruppo di 30 colleghi provenienti da vari Atenei.

Fase 2: riaperte 82% delle imprese del commercio e dei servizi ma 30% teme chiusura definitiva

Fase 2: riaperte 82% delle imprese del commercio e dei servizi ma 30% teme chiusura definitiva

Fase 2: riaperte 82% delle Pmi ma 30% teme chiusura definitiva

3′ di lettura A due settimane dall’avvio della Fase 2, delle quasi 800 mila imprese del commercio e dei servizi che sono potute ripartire, l’82% ha riaperto l’attività: il 94% nell’abbigliamento e calzature, l’86% in altre attività del commercio e dei servizi ma solo il 73% dei bar e ristoranti.

Yanis Varoufakis: Il Recovery Fund non salverà l’Italia

Yanis Varoufakis: Il Recovery Fund non salverà l’Italia

Altro che Recovery Fund, l’Italia ha un solo modo per salvarsi. C’è rischio austerity – Varoufakis

Il Recovery Fund non salverà l’Italia. A dirlo Yanis Varoufakis, ex ministro delle Finanze greco, secondo cui la proposta della Commissione UE sta muovendo l’intera Europa nella direzione sbagliata. Al centro del dibattito ancora una volta il progetto dell’esecutivo comunitario da 750 miliardi di euro , presentato lo scorso 27 maggio dopo giornate di speculazioni.

Sanità pubblica, il Covid ci presenta il conto dei tagli effettuati

Sanità pubblica, il Covid ci presenta il conto dei tagli effettuati

Sanità pubblica, il Covid ci presenta il conto dei tagli effettuati. L’analisi della Corte dei Conti: “Così popolazione indifesa” – Il Fatto Quotidiano

La Pandemia ha messo a nudo il frutto, negativo, delle scelte economiche del Paese nella sanità, dove il successo in termini contabili non è stato uguagliato da un risultato positivo in termini di efficienza. D’altro canto rivedere la spesa, significa rinunciare ad altri costi e non smettere di monitorare come vengono utilizzati i soldi.