Lettera aperta di un padre ai figli

Ai miei figli e tutti i ragazzi.
Ragazze e ragazzi, voi state pagando il prezzo più alto. Un grazie e una promessa. Insieme ce la faremo! #iorestoacasa Invece che in casa, faremmo meglio a dire “in camera”, perché se avete più di 12/13 anni è probabile che sarà nella vostra camera che passerete la maggior parte del tempo….
Ragazze, ragazzi, per non farvi diventare l’autostrada del virus, vi abbiamo imposto un letargo a primavera. E voi vi state dando da fare per sostenerlo.
Ragazze, ragazzi, è vero, inutile negarlo, a voi la regola necessaria del #iorestoacasa pesa in modo particolare.
Avete l’età in cui il mondo si allarga, l’età in cui “la casa è un albergo”, e adesso invece eccovi qui, come tutti, a sostenere queste limitazioni.
Ragazze, ragazzi, è vero, queste regole necessarie vi hanno tolto tutto: – gli amici – le uscite – il motorino – le prime guide in macchina – il gruppo – i flirt – l’amore appena iniziato – lo sport – la musica – ballare – le feste – la gita scolastica – la libertà … Vi abbiamo potuto restituire solo la scuola, ma senza il calore dei vostri compagni e compagne, senza le confidenze e le chiacchiere, senza i capannelli all’intervallo, senza il ritrovarsi all’entrata, senza lo sciamare all’uscita. In cambio di una vita vera, vi abbiamo restituito i social e le lezioni on line, e tutti i possibili usi di internet. Quelli che fino a pochi giorni fa noi spesso criticavamo.
È necessario, questo limite, ma non abbiamo il diritto di minimizzare lo sforzo che fate per adattarvi. Ogni giorno in più che passa, diventa più grande.
Allora meritate i nostri complimenti! Siete dei piccoli grandi eroi, siete forti, e se resisterete lo sarete ancora di più. Ben prima del tempo giusto, vi abbiamo chiesto uno sforzo tremendo di autocontrollo e responsabilità.
E allora vi onoriamo, per ogni giorno in cui vi mettete a studiare davanti ad uno schermo soli nella vostra stanza. Per ogni sospiro che vi esce dal cuore quando vi mancano gli amici, l’amore, gli abbracci, lo stare insieme vicini e stretti in tantissimi.
Vi ammiriamo per ogni volta che sopportate con pazienza le nostre tensioni di adulti, le nostre incomprensioni. Ragazzi, insieme ce la faremo. Insieme possiamo scampare il pericolo, e noi ci impegniamo ad essere pazienti con le vostre emozioni disordinate, ad essere tolleranti col vostro nervosismo, perché abbiamo riconosciuto che a voi è stato chiesto di accettare la limitazione più grande.
Forza! Coraggio! Ce la faremo tutti insieme!

By Jo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *